Italia  Buddhista  è  un  luogo  di  dialogo  tra  i  religiosi  buddhisti  e  il  pubblico,  che  si sviluppa  per  via  telematica  e attraverso  incontri  appositamente organizzati. 

Qual’è il vostro concetto di morte?

Morte non sentita come fine irrimediabile, non come punto di non ritorno, che segna e detta i tempi in questa vita, dove tutto va fatto perchè si vive una volta sola e dopo tutto finisce. Morte sentita come non differente aspetto della vita, un tutt'uno indifferenziato, una danza di occasioni per crescere, un balletto congiunto ed indistinto di possibilità di raccogliere fiori di evoluzione, sensazioni di espansione nell'indifferenziato Uno che tutto e tutti collega unisce e rende uniti anche se unici.

(Kusalananda)

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Un praticante chiese a un maestro chan: “Come posso prepararmi alla morte?”

Il maestro rispose: “Preparandoti alla vita.”

Il praticante: “E come posso preparandomi alla vita?”

Il maestro: “Preparandoti alla morte.”

Commento: Se il passato dentro di noi muore continuamente, siamo pronti alla vita e alla morte.

( Taehye sunim )

 

Il Sangha

Come calmare l'agitazione mentale