Italia  Buddhista  è  un  luogo  di  dialogo  tra  i  religiosi  buddhisti  e  il  pubblico,  che  si sviluppa  per  via  telematica  e attraverso  incontri  appositamente organizzati. 

Il Sangha

Buonasera Monaci! Cosa fare se non si trova (o non si può frequentare) un gruppo, per condividere la meditazione e il cammino? La pratica, la meditazione, le letture in solitudine sono sempre validi? È efficace sentirsi legati idealmente a una tradizione?

 

Credo che ognuno di noi senta il beneficio o meno della pratica se questo tipo di percorso è effettivamente quello più indicato alle nostre esigenze. Come sempre si tratta di confrontarsi con la realtà, anche se spesso non è facile mettere a fuoco che: da una parte ci sono alcune tipologie di scuole che sono molto esigenti nei confronti dei praticanti, dall'altra a volte non abbiamo il coraggio di ammettere che stiamo percorrendo una strada oggettivamente non adatta. Non dico che sia il suo caso, ma potrebbe. Ad ogni modo una qualche rinuncia se ci interessa un percorso dovremmo pur farla, e qui si tratta di essere sinceri e riflettere sulle nostre motivazioni a seguire il Dharma. Approcci ne esistono 84.000, questo è un numero simbolico ovviamente, ma fa capire come il Buddha stesso non abbia posto limiti se realmente le nostre intenzioni sono serie.

 

E' vero d'altra parte quello che dice lei: purtroppo i centri buddhisti in Italia sono pochi, allora mi permetto di suggerirle un link dove si trovano alcuni centri buddisti in Italia:

 

http://buddhismoitalia.forumcommunity.net/?t=22215410

 

questo sopra è generico regione per regione

 

http://buddhismoitalia.forumcommunity.net/?t=22224070

 

questo sopra è per la sola Campania.

Kusalananda

 

Meditazione e musica

Qual’è il vostro concetto di morte?